Mobilità su rotaie sempre più sostenibile: aumentano gli investimenti di Trenitalia in treni elettrici. La novità delle traversine riciclate

    181

    Il treno elettrico è il mezzo di trasporto più ecologico e, contemporaneamente, veloce su cui puntare. L’Europa è in marcia verso una mobilità sostenibile completa e le quotazioni delle rotaie salgono. Cresce sempre di più il numero dei treni ecologici in Italia, che in poco tempo dovrebbero sostituire i vecchi sistemi: Trenitalia sta accelerando su questo fronte. Anche i mezzi elettrici, acquistati dalle Ferrovie regionali (Gruppo FS) insieme alle regioni, coprono sempre più corse. I nuovi convogli sostituiscono quasi totalmente la flotta di treni diesel con grandi vantaggi in termini ambientali.  I nuovi treni, più comodi e facilmente accessibili, offrono 175 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilità, 4 spazi portabici, una toilette e scaffali per i bagagli. Tra i servizi a bordo: display per le informazioni, pedane mobili, prese elettriche per ricaricare pc e cellulari, videosorveglianza, climatizzazione e sonorizzazione. Sui treni si potranno trasportare gratuitamente monopattini e bici.

    LE TRAVERSINE FERROVIARIE RICICLATE

    La rivoluzione green non si ferma ai treni: si cambia anche per quanto riguarda le traversine. Si tratta di una nuova idea per superare quel poco vantaggioso 85% di cemento armato di cui sono composte le vecchie traversine. Si tratta di materiale che rilascia molta polvere. Oggi ci sono molte idee che riguardano l’economia circolare, ad esempio le traversine di Greenrail – progetto con cui il team che l’ha ideato ha vinto il premio “Edison Start”- create per essere costruite con materiali riciclati e per produrre energia pulita sfruttando la pressione effettuata dai treni al loro passaggio sulle rotaie. Le nuove traversine, che generano energia pulita al passaggio del treno, fatte con plastica e pneumatici riciclati, possono durare mezzo secolo ed essere poi a loro volta riciclate. L’energia prodotta dalle traversine Greenrail potrebbe essere utilizzata anche per rendere indipendenti le stazioni ferroviarie e metropolitane dal punto di vista energetico, infatti si potrebbe generare energia in grado di soddisfare il fabbisogno energetico delle stazioni e dei sistemi di sicurezza installati. “In linea di massima è stato calcolato che con 100 Km di linea su cui siano state installate le traversine Greenrail, con un medio passaggio dai dieci ai venti treni l’ora, si possa produrre 1,25 MWh di energia pulita” – scrive Virginia Patrone su Architetturaecosostenibile.it. La ricerca e la scienza ci offrono continuamente nuove soluzioni meno impattanti: la grande svolta non si può fermare.