Home BioGreenItaly La Svezia verso il riciclo totale della plastica con un mega-impianto alimentato...

La Svezia verso il riciclo totale della plastica con un mega-impianto alimentato a energia solare: la grande sfida dell’economia circolare

192

SVEZIA – Gli svedesi corrono veloci verso il riciclo totale della plastica: le innovazioni non si fermano in questo campo. Questo tipo di rifiuto è cresciuto negli anni: la produzione è passata da 2 milioni di tonnellate a 380 milioni di tonnellate all’anno. Fino ad oggi nel mondo solo il 9% della plastica prodotta è stato riciclato. La plastica è prodotta da combustibili fossili, ed è in grado di provocare danni durante tutto il suo ciclo di vita: è colpevole di rilasciare gas tossici e serra, che contribuiscono a riscaldare il pianeta. Oggi, però, la sfida non è più smaltire la plastica, ma ridarle vita eliminando qualsiasi tipo di rifiuto. Il governo svedese ha dato il via a un grande investimento sull’economia circolare della plastica: un mega impianto che sorge nelle contea meridionale di Östergötland e che entrerà in funzione nel 2023, per recuperare 200 tonnellate, con 5 chilometri di nastri di selezione, 60 stazioni NIR, stazioni di lavaggio e rigranulazione.

Site Zero è l’impianto più imponente d’Europa per riciclare 12 tipi diversi di plastica. La capacità è doppia rispetto agli altri impianti: può riciclare 200mila tonnellate di imballaggi. Le struttura si estende per 60mila metri quadrati: una superficie necessaria a selezionare automaticamente i materiali (PP, HDPE, LDPE, vaschette e bottiglie PET, film PP, EPS, PS, PVC, mix di poliolefine, rifiuti metallici e non plastici). Il mega impianto sarà alimentato interamente da un lungo manto di pannelli solari. Le istituzioni svedesi contribuiscono all’investimento che è finanziato anche dai privati per un ammontare totale di 94 milioni di euro. Le plastiche saranno riciclate interamente: il rifiuto sarà pari a zero. È un altro passo verso un nuovo modo di concepire i rifiuti.