Home BioGreenItaly Guida Michelin, l’Italia ha un nuovo tre stelle. Ecco tutti gli stellati...

Guida Michelin, l’Italia ha un nuovo tre stelle. Ecco tutti gli stellati e gli chef più “green”, che brillano per sostenibilità e km zero

115

L’Italia cresce nel mondo per qualità dell’alta ristorazione, ma anche per la sostenibilità in cucina. C’è un nuovo ristorante 3 stelle nel firmamento dei più grandi in cucina: si tratta di Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo. Stiamo parlando anche di ristoranti attenti alla gestione dei rifiuti, all’eliminazione degli sprechi e all’uso di materiali non inquinanti, come ha chiarito Chicco Cerea, che con il ristorante Da Vittorio, svetta nella classifica delle tre stelle. Quest’anno la Guida Michelin 2023, internazionalmente riconosciuta, premia ancora tanti giovani chef: 20 sotto i 35 anni, e in totale un numero eccezionale di nuove stelle, 40, anche in piccole località di provincia. Sono ormai diventati 12 i super ristoranti italiani, che fanno svettare l’enogastronomia tricolore nel mondo.

I TRE STELLE MICHELIN:

Alba – Piazza Duomo;

Alta Badia / San Cassiano – St. Hubertus;

Brusaporto – Da Vittorio;

Canneto sull’Oglio / Runate – Dal Pescatore;

Castel di Sangro – Reale;

Firenze – Enoteca Pinchiorri;

Milano / Navigli – Enrico Bartolini al Mudec;

Orta San Giulio -Villa Crespi;

Modena – Osteria Francescana;

Roma / San Pietro-Città del Vaticano – La Pergola;

Rubano – Le Calandre;

Senigallia – Uliassi.

LE STELLE VERDI

La Guida Michelin anche quest’anno premia gli chef e i ristoranti che hanno brillato di più nella sostenibilità. In questo ambito si gareggia nell’attenzione a tutta una serie di temi: energia, valorizzazione delle risorse locali e territoriali e impegno sociale. Il criterio di assegnazione che gli ispettori Michelin hanno usato è stato quello di valutare una filosofia che punta a un “approvvigionamento solo bio, o al km zero, o a politiche zero rifiuti” e simili. I ristoranti veramente “green” sono quelli che nutrono il corpo e anche lo spirito. Chiaramente tutti i ristoranti più importanti si impegnano per la sostenibilità ambientale, ma alcuni raggiungono livelli veramente virtuosi. Ecco le 19 nuove stelle verdi della Guida Michelin Italia 2023:

Piazza Duomo, Alba (CN), guidato dallo chef Enrico Crippa;

Il Mirto è il nuovo concept restaurant del Botania Relais e Spa, hotel 5 stelle di Ischia (NA);

Vite, Coriano (RN), parte dal “progetto San Patrignano” – le coltivazioni, gli allevamenti, la norcineria e tutte le eccellenze della comunità, dal vino ai formaggi – e si estende agli apporti esterni per una proposta gourmet;

Il ristorante Vignamare, Andora (SV), è guidato dallo chef Giorgio Servetto, che si ispira alla valorizzazione creativa della tradizione ligure;

Contrada Bricconi, Oltressenda Alta (BG), è un agriturismo in Val Seriana nato per ridare vita a un borgo del XV secolo, grazie all’agricoltura e alla ristorazione;

Il Colmetto in Franciacorta, Rodengo Saiano (BS), è una realtà a conduzione familiare che si occupa di tutta la filiera: produzione agricola, allevamento, trasformazione, ristorazione;

Villa Pignano, Volterra (PI);

Lokanda Devetak, a Savogna d’Isonzo (GO), dichiara una filosofia basata su “tipicità, tradizione, amore per il territorio, ricerca e fantasia: futuro rivolto al passato”;

Ahimè a Bologna è un ristorante particolare, con tavolo in comune e bancone vista cucina: la filosofia Farm-to-table è perseguita grazie alle verdure dell’orto e alla scelta di piccoli produttori locali;

La Bandiera, Civitella Casanova (PE), sulle colline pescaresi, tra ingredienti genuini e tecniche innovative: la chef Bruna Spadone ha una formazione da agronoma;

D.One, a Roseto degli Abruzzi (TE), segue un originalissimo concept di ristorante diffuso, con degustazione in vari ambienti in un percorso non necessariamente lineare;

Il Cantinone, Madesimo (SO), si basa sulla tradizione e gli ingredienti tipici della Valtellina;

A Poggio Rosso, Castelnuovo Berardenga (SI) lo chef Juan Camilo Quintero ricerca abbinamenti inediti con ingredienti genuini, proponendo piatti leggeri e solo apparentemente semplici;

Il ristorante El Molin in Val di Fiemme di Alessandro Gilmozzi;

Accanto alla tradizionale Osteria della Tana, La Tana Gourmet ad Asiago (VI) propone un unico menu degustazione stagionale chiamato “in Cammino”;

La Peca, Lonigo (VI) propone vari menu legati al territorio, alla stagionalità e ai prodotti freschi del giorno;

Nel ristorante Tenerumi, nell’isola eolica di Vulcano, la sostenibilità delle materie prime, coltivate nel loro orto, ed il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente in tutta la filiera sono capisaldi della filosofia;

Dalla Gioconda, Gabicce Monte (PU), si basa sulla territorialità degli ingredienti: dal pescatore al piccolo produttore agricolo;

All’Osteria del Viandante di Rubiera (RE), la cucina emiliana è al centro: lo chef Jacopo Malpeli che ha da sempre espresso l’amore per il suo territorio.

Ma torniamo a parlare delle stelle che riguardano l’aspetto prettamente gastronomico: ecco tutti gli altri stellati italiani in un elenco puntuale.

DUE STELLE MICHELIN

38 ristoranti 2 stelle

Anacapri – L’Olivo
Brusciano – Taverna Estia
Campagna Lupia – Antica Osteria Cera
Cervere – Antica Corona Reale
Colle di Val d’Elsa – Arnolfo
Concesio – Miramonti l’Altro
Cornaredo – D’O
Firenze – Santa Elisabetta
Gargnano – Villa Feltrinelli
Imola – San Domenico
Ischia – daní maison
Licata – La Madia
Longiano – Magnolia
Lonigo – La Peca
Massa Marittima – Bracali
Milano – Il Luogo di Aimo e Nadia
Milano – Seta by Antonio Guida
Montemerano – Caino
Mules – Gourmetstube Einhorn
Nerano – Quattro Passi
Paestum – Tre Olivi
Penango – Locanda Sant’Uffizio Enrico Bartolini N
Ragusa – Duomo
Roma – Acquolina N
Roma – Enoteca La Torre N
Roma – Il Pagliaccio
Sarentino – Terra
Senigallia – Madonnina del Pescatore
Taormina – St. George by Heinz Beck N
Telese – Krèsios
Tirolo – Castel finedining
Trieste – Harry’s Piccolo
Udine – Agli Amici
Venezia – Glam Enrico Bartolini
Verbania – Piccolo Lago
Verona – Casa Perbellini
Viareggio – Il Piccolo Principe
Vico Equense – Torre del Saracino.

UNA STELLA MICHELIN

Abruzzo

Civitella Casanova – La Bandiera
Guardiagrele – Villa Maiella
Roseto degli Abruzzi – D.One Restaurant
San Salvo Marina – Al Metrò

Basilicata

Matera – Vitantonio Lombardo
Lavello – Don Alfonso 1890 San Barbato

Calabria

Strongoli – Dattilo
Santa Cristina d’Aspromonte – Qafiz
San Giovanni in Fiore – Hyle
Marina di Gioiosa Ionica – Gambero Rosso
Lamezia Terme – Luigi Lepore
Isola di Capo Rizzuto – Pietramare Natural Food
Catanzaro – Abbruzzino

Campania

Amalfi – Glicine
Amalfi – La Caravella dal 1959
Amalfi – Sensi N
Ariano Irpino – Maeba Restaurant N
Bacoli – Caracol
Capri – Le Monzù
Capri – Mammà
Castellammare di Stabia – Piazzetta Milù
Conca dei Marini – Il Refettorio
Eboli – Il Papavero
Lacco Ameno – Indaco
Maiori – Il Faro di Capo d’Orso – Andrea Aprea
Massa Lubrense – Relais Blu
Napoli – ARIA
Napoli – George Restaurant
Napoli – Il Comandante
Napoli – Palazzo Petrucci
Napoli – Veritas
Nerano – Taverna del Capitano
Nola – Re Santi e Leoni
Nola – Rear Restaurant
Paestum – Le Trabe
Paestum – Osteria Arbustico
Pompei – President
Positano – La Serra
Positano – Li Galli
Positano – Zass
Quarto – Sud
Ravello – Il Flauto di Pan
Ravello – Rossellinis
Salerno – Re Maurì
Sant’Agnello – Don Geppi
Somma Vesuviana – Contaminazioni Restaurant
Sorrento – Il Buco
Sorrento – Lorelei
Sorrento – Terrazza Bosquet
Telese – La Locanda del Borgo
Torre del Greco – Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra
Vallesaccarda – Oasis – Sapori Antichi
Vico Equense – Antica Osteria Nonna Rosa
Vico Equense – Cannavacciuolo Countryside

Emilia-Romagna

Bagno di Romagna – Da Gorini
Bologna – I Portici
Borgonovo Val Tidone – La Palta
Castel Maggiore – Iacobucci
Cesenatico – La Buca
Codigoro – La Capanna di Eraclio
Codigoro – La Zanzara
Modena – L’Erba del Re
Parma – Inkiostro
Pennabilli – Il Piastrino
Polesine Parmense – Antica Corte Pallavicina
Quattro Castella – Ca’ Matilde
Rimini – Abocar Due Cucine
Rimini – Guido
Rubiera – Arnaldo – Clinica Gastronomica
Rubiera – Osteria del Viandante N
Savigno – Trattoria da Amerigo
Torriana – Osteria del Povero Diavolo

Friuli-Venezia Giulia

Cormons – Trattoria al Cacciatore – La Subida
Dolegna del Collio – L’Argine a Vencò
Ruda – Osteria Altran
San Quirino – La Primula
Sappada – Laite

Lazio

Acquapendente – La Parolina
Acuto – Colline Ciociare
Ariccia – Sintesi N
Fiumicino – Il Tino
Fiumicino – Pascucci al Porticciolo
Genazzano – Aminta Resort
Labico – Antonello Colonna Labico
Pontinia – Mater1apr1ma
Ponza – Acqua Pazza
Rivodutri – La Trota
Roma – All’Oro
Roma – Aroma
Roma – Glass Hostaria
Roma – Idylio by Apreda
Roma – Il Convivio Troiani
Roma – Imàgo
Roma – La Terrazza
Roma – Marco Martini Restaurant
Roma – Moma
Roma – Per Me Giulio Terrinoni
Roma – Pipero Roma
Roma – Pulejo N
Roma – Zia
Terracina – Essenza
Vitorchiano – Casa Iozzìa

Liguria

Alassio – Nove
Ameglia – Locanda Tamerici N
Cavi di Lavagna – Impronta d’Acqua
Genova – San Giorgio
Genova – The Cook
Imperia – Sarri
Moneglia – Orto by Jorg Giubbani
Noli – Vescovado
San Remo – Paolo e Barbara
Ventimiglia – Balzi Rossi N
Ventimiglia – Casa Buono N

Lombardia

Albavilla – Il Cantuccio
Bergamo – Casual
Bergamo – Impronte
Calvisano – Al Gambero
Campione d’Italia – Da Candida
Cavernago – Il Saraceno
Cernobbio – Materia
Como – I Tigli in Theoria
Como – Kitchen
Corte Franca – Due Colombe
Crema – Vitium N
Desenzano del Garda – Esplanade
Fagnano Olona – Acquerello
Gardone Riviera – Lido 84
Gargnano – La Tortuga
Lallio – Bolle N
Laveno – La Tavola
Lomazzo – Trattoria Contemporanea N
Madesimo – Il Cantinone e Sport Hotel Alpina
Manerba del Garda – Capriccio
Mantello – La Preséf
Milano – AALTO
Milano – Andrea Aprea N
Milano – Anima N
Milano – Berton
Milano – Contraste
Milano – Cracco
Milano – Felix Lo Basso home & restaurant
Milano – Iyo
Milano – Joia
Milano – L’Alchimia
Milano – Sadler
Milano – Tano Passami l’Olio
Milano – Viva Viviana Varese
Oggiono – Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino
Olgiate Olona – Ma.Ri.Na.
Orzinuovi – Sedicesimo Secolo
Pavia – Lino N
Pralboino – Leon d’Oro
San Paolo d’Argon – Umberto De Martino
Sirmione – La Rucola 2.0
Sirmione – La Speranzina Restaurant & Relais
Sorisole – Osteria degli Assonica
Stradella – Villa Naj
Torno – Il Sereno Al Lago N
Trescore Balneario – LoRo
Treviglio – San Martino
Viganò – Pierino Penati
Vigevano – I Castagni
Villa d’Almè – Osteria della Brughiera
Villa di Chiavenna – Lanterna Verde

Marche

Gabicce Monte – Dalla Gioconda N
Loreto – Andreina
Montemonaco – Il Tiglio N
Pesaro – Nostrano
Porto San Giorgio – L’Arcade
Porto San Giorgio – Retroscena.

Piemonte

Acqui Terme – I Caffi
Alba – Locanda del Pilone
Alessandria – La Fermata
Caluso – Gardenia
Canale – All’Enoteca
Domodossola – Atelier
Guarene – La Madernassa
Isola d’Asti – Il Cascinalenuovo
La Morra – Damiano Nigro
La Morra – Massimo Camia
Monforte d’Alba – Borgo Sant’Anna
Monforte d’Alba – Fre
Novara – Cannavacciuolo Cafè & Bistrot
Novara – Tantris
Orta San Giulio – Andrea Monesi – Locanda di Orta
Pinerolo – Zappatori
Piobesi d’Alba – 21.9
Pollone – Il Patio
Priocca – Il Centro
San Maurizio Canavese – La Credenza
Santo Stefano Belbo – Il Ristorante di Guido da Costigliole
Sauze di Cesana – RistoranTino & C. N
Serralunga d’Alba – Guidoristorante
Soriso – Al Sorriso
Tigliole – Ca’ Vittoria
Torino – Andrea Larossa N
Torino – Cannavacciuolo Bistrot
Torino – Carignano
Torino – Casa Vicina
Torino – Condividere
Torino – Del Cambio
Torino – Magorabin
Torino – Piano 35
Torino – Spazio7
Torino – Unforgettable
Torino – Vintage 1997
Treiso – La Ciau del Tornavento
Venaria Reale – Dolce Stil Novo alla Reggia
Vernante – Nazionale.

Puglia

Trani – Quintessenza
Trani – Casa Sgarra
Savelletri – Due Camini
Putignano – Angelo Sabatelli
Peschici – Porta di Basso
Ostuni – Cielo
Manduria – Casamatta
Lecce – Primo Restaurant
Lecce – Bros’
Conversano – Pashà
Carovigno – Già Sotto l’Arco.

Sardegna

San Teodoro – Gusto by Sadler
San Pantaleo – Il Fuoco Sacro N
Pula – Fradis Minoris
Porto Cervo – ConFusion
Cagliari – Dal Corsaro
Baia Sardinia – Somu.

Sicilia

Bagheria – I Pupi
Bagheria – Līmū N
Caltagirone – Coria
Catania – Sapio
Linguaglossa – Shalai
Modica – Accursio
Palermo – Gagini Restaurant
Palermo – Mec Restaurant N
Ragusa – Locanda Don Serafino
Riposto – Zash
Salina (Isola) – Signum
Taormina – La Capinera
Taormina – Otto Geleng
Taormina – Principe Cerami N
Terrasini – Il Bavaglino
Vulcano (Isola) – I Tenerumi N
Vulcano (Isola) – Il Cappero.

Toscana

Arezzo – Octavin
Capolona – Terramira N
Casanova di Terricciola – Cannavacciuolo Vineyard N
Castelnuovo Berardenga – La Bottega del 30
Castelnuovo Berardenga – L’Asinello
Castelnuovo Berardenga – Poggio Rosso
Castiglione della Pescaia – La Trattoria Enrico Bartolini
Cortona – Il Falconiere
Firenze – Borgo San Jacopo
Firenze – Chic Nonna di Vito Mollica N
Firenze – Gucci Osteria da Massimo Bottura
Firenze – Il Palagio
Forte dei Marmi – Bistrot
Forte dei Marmi – Il Parco di Villa Grey
Forte dei Marmi – Lorenzo
Forte dei Marmi – Lux Lucis
Gaiole in Chianti – Il Pievano
Lamporecchio – Atman a Villa Rospigliosi
Lucca – Butterfly
Lucca – Giglio
Marina di Bibbona – La Pineta
Marina di Grosseto – Gabbiano 3.0
Marina di Pietrasanta – Franco Mare
Montalcino – Campo del Drago N
Poggio alle Mura – La Sala dei Grappoli
Porto Ercole – Il Pellicano
Prato – Paca N
San Casciano dei Bagni – Castello di Fighine
San Gimignano – Linfa
Scarperia – Virtuoso Gourmet – Tenuta Le Tre Virtù
Seggiano – Silene
Tavarnelle Val di Pesa – La Torre
Tavernelle Val di Pesa – Osteria di Passignano
Viareggio – Lunasia
Viareggio – Romano.

Trentino-Alto Adige

Appiano sulla Strada del Vino – Osteria Acquarol
Appiano sulla Strada del Vino – Zur Rose
Arco – Peter Brunel Ristorante Gourmet
Bolzano – In Viaggio – Claudio Melis
Bressanone – Apostelstube
Castelbello – Kuppelrain
Cavalese – El Molin
Corvara in Badia – La Stüa de Michil N
Dobbiaco – Tilia
Falzes – Schöneck
Lagundo – Luisl Stube N
Madonna di Campiglio – Il Gallo Cedrone
Madonna di Campiglio – Stube Hermitage
Merano – Prezioso
Merano – Sissi
Moena – Malga Panna
Nova Levante – Johannesstube
Ortisei – Anna Stuben
Rovereto – Senso Alfio Ghezzi Mart
Selva di Val Gardena – Alpenroyal Gourmet
Selva di Val Gardena – Suinsom N
Soprabolzano – 1908
Tesimo – Zum Löwen
Trento – Locanda Margon
Vigo di Fassa – ‘L Chimpl


Umbria

Perugia – L’Acciuga
Norcia – Vespasia
Baschi – Casa Vissani.

Valle D’Aosta

Aosta – Paolo Griffa al Caffè Nazionale N
Aosta – Vecchio Ristoro

Veneto

Veneto Altissimo – Casin del Gamba
Arzignano – Damini Macelleria & Affini
Asiago – La Tana Gourmet
Barbarano Vicentino – Aqua Crua
Borgoricco – Storie d’Amore
Cavaion Veronese – Oseleta
Cortina d’Ampezzo – SanBrite
Cortina d’Ampezzo – Tivoli
Malcesine – Vecchia Malcesine
Malo – La Favellina
Oderzo – Gellius
Oppeano – Famiglia Rana N
Pieve d’Alpago – Dolada
Pontelongo – Lazzaro 1915
Puos d’Alpago – Locanda San Lorenzo
Romagnano – La Cru
San Pietro in Cariano – Amistà
Schio – Spinechile
Scorzè – San Martino
Venezia – Local
Venezia – Oro Restaurant
Venezia – Quadri
Venezia – Venissa
Venezia – Wistèria
Verona – 12 Apostoli
Verona – Il Desco
Vicenza – Matteo Grandi.