Home BioGreenItaly Periferie più green e lotta alle diseguaglianze: la grande occasione del PNRR....

Periferie più green e lotta alle diseguaglianze: la grande occasione del PNRR. Il manifesto green di Selva Urbana

313

C’è una nuova possibilità di rinascita per le periferie italiane, per farle diventare meno marginali, più verdi e a misura d’uomo. Cancellare gli obbrobri minimalisti pieni di spigoli e di cemento per rinaturalizzare gli spazi e creare paesaggio armonico, ricco di luoghi sociali e culturali. Una buona architettura può fare la differenza anche nella lotta alla criminalità. Il bello aiuta a tenere lontano il malessere e il conflitto umano. Le periferie urbane, soprattutto quelle pensate come quartieri dormitorio devono poter rinascere. Gli ambientalisti di “Selva Urbana” hanno ideato il manifesto green. Le idee sono tante, ma c’è bisogno di grande concretezza per non sprecare le risorse del PNRR. Gli obiettivi sono simili a quelli di sviluppo sostenibile dell’Onu, da raggiungere entro il 2030: l’associazione ha piantato una trentina di foreste, da 4830 alberi per un risparmio di poco meno 73 mila chilogrammi di Co2, fa praticamente suoi tre (l’11, il 13 e il 15) obiettivi Onu 2030. Stessa linea di Legambiente, che in tutta Italia sta piantando migliaia di nuovi alberi. Il primo obiettivo del manifesto green è la “Forestazione urbana”: la mission dell’associazione è, infatti, riforestare le aree urbane e favorire la nascita di nuovi spazi verdi, oltre che promuovere ed implementare azioni concrete di salvaguardia del territorio. Con le risorse europee a disposizione si potranno ridisegnare le nostre periferie.

IL CONVEGNO DI LEGAMBIENTE

“Le periferie urbane sono il luogo in cui con più evidenza si intrecciano disuguaglianze ambientali e sociali e anche il luogo in cui in questi anni si è insediata una importante ‘effervescenza sociale’ che ha prodotto significativi momenti e processi di innovazione sociale, civica e ambientale – spiegano gli organizzatori di un convegno targato Legambiente che si è tenuto a Roma, al Teatro de’ Servi – L’evento parte dalle periferie per valutare il PNRR e le nuove opportunità di intervento per affrontare bisogni, emergenze e creare opportunità nella prospettiva della giusta transizione.  Temi centrali sono la rinaturalizzazione, il rispetto della biodiversità e l’educazione ambientale delle nuove generazioni. Parchi Verdi, crescita sostenibile e volontariato green completano i punti più importanti dello sviluppo green delle nostre periferie”.