Le star della musica italiana puntano sui tour “green”. Il “Back to The future” di Elisa dedicato all’ambiente

    172

    VERONA – Sempre più “stelle” della musica italiana scendono in campo nella battaglia contro i cambiamenti climatici. I tour diventano “green”. Abbiamo già parlato delle importanti iniziative di Jovanotti, oggi parliamo del “Back to the future live tour” di Elisa, che dopo il successo sanremese è pronta per tre eventi unici a fine maggio e, poi, per una straordinaria tournée all’insegna della sostenibilità ambientale. Le tre date speciali si terranno il 28-30-31 maggio all’Arena di Verona (trasformata per l’occasione in un “giardino della musica”, con palchi, concerti, installazioni diffuse, meeting, incontri con istituzioni, esperti, ambientalisti per promuovere l’innovazione tecnologica sostenibile e l’educazione ambientale). La prima data è già soul out: ci saranno tanti ospiti interessanti. Il 28 giugno, invece, inizierà il vero e proprio tour musicale di Elisa dal “Parco dei ragazzi” di Bassano del Grappa (VI), poi andrà avanti fino al 30 settembre, toccando ben 20 regioni.

    Tutte le date saranno ambientate in location dall’alto valore storico paesaggistico, con un protocollo che garantirà un basso impatto ambientale. Elisa è stata nominata dall’ONU “Ally”, alleata nella campagna SDG Action sugli obiettivi di sviluppo sostenibile. La celebre cantante italiana parteciperà anche al progetto a favore di Legambiente per la messa a dimora di alberi in diverse aree italiane. Abbiamo già parlato di questa importante iniziativa che punta a piantare 500 milioni di alberi in Europa. Elisa ha rivolto un appello a tutti i colleghi per unirsi nella battaglia sulla sostenibilità. Si passa dalle parole ai fatti anche nella logistica, dove per il trasporto del palco e di tutto ciò che è necessario si muove un solo tir, ma c’è anche una gestione virtuosa dei rifiuti e un’attenzione particolare al rispetto del paesaggio durante il tour. La musica in Italia è cambiata, è più “verde”.