Home BioGreenItaly La moda a basso impatto ambientale conquista le passerelle di tutto il...

La moda a basso impatto ambientale conquista le passerelle di tutto il mondo. Ecco i brand più ecologici: Stella McCartney in pole

232

La moda ecologica è il futuro: si tratta di un modo di produrre, di vestire e di vivere con il minimo impatto per l’ambiente che sta conquistando le più importanti passerelle del mondo. Mentre i consumatori diventano sempre più green e più sensibili ai temi che riguardano i cambiamenti climatici, per tutti i grandi brand suona l’ora della “rivoluzione verde”. La moda ecologica va oltre la moda sostenibile (quest’ultima punta al minor spreco possibile di energia, a una minore produzione di rifiuti e altro), perché punta a tessuti interamente ecologici (naturali, artificiali o sintetici) e a certificazioni ecologiche internazionalmente riconosciute (OEKO-TEX standard 100, GOTS, BlueSign). Inoltre, i prodotti acquistati in Europa, quindi prodotti all’interno degli Stati europei, devono rispettare la normativa REACH, che impone l’esclusione nella produzione di 1000 sostanze che possono essere dannose per la salute umana e per l’ambiente. Adesso è più chiaro il significato di moda ecologica? Ci sono degli standard che non possono essere raggirati, perché il materiale è certificato e la produzione inevitabilmente utilizza materie compatibili con il rispetto dell’ambiente.

Per ottenere la definizione di moda ecologica tutte le componenti, tutti i materiali, tutti i metodi di produzione devono essere certificati. Esistono su queste merci dei QRCODE che permettono al consumatore finale di fare una verifica puntuale sull’autenticità ecologica del prodotto. Impossibile bleffare. La moda ecologica non può usare alcun tipo di materiale tossico. A questo aspetto fondamentale si affiancano tutti gli altri aspetti che riguardano la produzione, quindi la minimizzazione dei consumi di acqua, energia, combustibili fossili e, non ultimo, la gestione virtuosa dei rifiuti (evitando inutili imballaggi). Internet aiuta lo sviluppo della moda ecologica: si possono individuare tutta una serie di marchi di moda ecologi attraverso una semplice ricerca sul web.

I BRAND E STILISTI PIÙ FAMOSI DI MODA SOSTENIBILE

Tra le stelle più luminose della moda sostenibile troviamo la famosissima Stella McCartney, Nanuschka (Budapest); Collina Strada (brand di moda ecosostenibile nato a New York); Chinti & Parker (azienda inglese); la newyorkese Gabriella Hearst; il brand brasiliano Veja, la stilista neozelandese Maggie Marilyn; Themoirè, brand milanese di borse vegane (con materiale vegano al 100%); G-Star; Filippa K.; l’americano Reformation; l’italiano Philippe Model per le scarpe; la stilista Mara Hoffman. Ma anche brand low cost, come Zara e H&M, si stanno attrezzando per introdurre alcune collezioni ecosostenibili. A questo si aggiungono altri noti brand internazionali che, a piccoli passi, entrano in un futuro sempre più ecologico.